fbpx
Condividi!

Non sono mattiniera. Per niente. E di sicuro la prima cosa che cerco come una pozione magica che mi aiuti a svegliarmi è il caffè.

Alcune mattine esco da casa che ho già bisogno del secondo caffè.

Quindi faccio una deviazione verso il mio bar preferito, nel quale dietro al bancone c’è un simpatico signore con il quale riesco a scambiare il primo sorriso della mattina.

Scherza sempre con me e mi dice “Bentornata eh! Niente Maldive?”

Perché mi vede spesso tribolare affrettata con la borsa del pc, il cappotto e cinque minuti di tempo contati come se fossi newyorkese.

Legge nei miei occhi un risentimento generale che aleggia lì in background, anche se il mio sorriso e la mia risata ironica della mattina cercano di depistare chiunque e di non far tradire la realtà, cioè che mi girano le scatole.

La mattina non sempre ti svegli con tutte le buone intenzioni come se fossi Babbo Natale ma a volte ti senti molto più Grinch.

Per fortuna io so che nel mio bar preferito ci lavorano persone allegre che attirano a sé altre persone allegre. E anche se non è proprio come il bar dello show di Fiorello, a parte il caffè buono, ci vado anche per quei sorrisi di prima mattina.

Che poi non sai mai chi ti capita accanto mentre bevi il caffè. Magari nessuno, qualcuno che non ha voglia di parlare o una signora come quella di stamattina che era sulla mia stessa frequenza.

Si è inserita nel ping pong di battute tra me e il signore dietro al bancone del bar, intervenendo a tono su argomenti non per forza divertenti ma con una ironia spassionata che mi ha fatto sorridere ancora di più.

Alcune mattine esco da casa che ho già bisogno del secondo caffè ma anche del primo sorriso della mattina. E per fortuna, certe mattine, so dove trovare entrambi.


Condividi!