Condividi

E’ importante domare le nostre reazioni?

Le nostre reazioni sono come l’acqua. Se sono canalizzate bene, l’acqua è solo un bene prezioso e non ci fa male, Anzi! Reagire serve, eccome se serve!
Ma se l’acqua non è convogliata a dovere, se nei tubi non c’è manutenzione, l’acqua spacca le dighe, allaga le case. E i suoi danni sono costosissimi da riparare.

L’acqua è così potente. Non sempre è gestibile se non ci si pensa per tempo e crea danni, a volte irreversibili. E’ così bello guardare le cascate, sono quel qualcosa di così-troppo-grande-e-potente rispetto a noi. Ma chi di noi si avvicina volentieri a quella massa d’acqua così potente? Intendo dire vicino vicino.

Le guardiamo intimoriti, le ammiriamo increduli, impotenti, silenziosi e inumiditi, poi ci ritiriamo in buon ordine. Le cascate saranno sempre lì a mostrarci la loro superiorità e quella è la loro potenza.

Quanto a noi, se non riusciamo a domarle le nostre reazioni, rischiamo di mandare solo tanta acqua giù. Rischiamo di fare la fine del tubo che si spacca che ripariamo in emergenza per non far allagare la casa ma senza pensare che un buon idraulico poi cerca la soluzione definitiva. Le reazioni troppo forti e non spiegate fanno male a noi e a chi ci sta accanto.

Quando reagiamo con quell’intensità senza riuscire a spiegare almeno un po’ perchè, ci comportiamo come quegli animali che vanno a morire lontano da tutti e si nascondono quando stanno male. Ma coinvolgiamo volenti o nolenti chi ci ama perché soffrirà con noi senza tanto afferrare qual è il punto, perchè lo avremo naturalmente e senza farlo apposta, escluso.

E poi in quel frangente una reazione impetuosa e fuori controllo può portare a dire o fare cose avventate o che feriscono l’altro. Proprio vero che la potenza senza controllo è pericolosa.

Pensare che spesso chi ci ama è il nostro idraulico pronto a sistemare il nostro impianto, per amore. E perché ci siamo scelti anche per quello. Perché abbiamo accanto qualcuno che proverà a capirci, o al limite ci lascerà stare, perché in ogni caso gli avremo dato la chiave di lettura giusta per aggiustare il nostro guasto.

Oppure, avremo fatto troppo rumore con quella cascata e con quel tubo rotto, senza dare in prestito a questo qualcuno una canoa per provare a fare rafting, oppure avendo nascosto a questo qualcuno la valigetta con gli attrezzi per riparare i tubi di casa nostra. Abbiamo preferito reagire come una cascata implacabile da soli.

Ma non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati a non essere soli, quando scegliamo apposta di esserlo.

Domarle serve a noi e a chi ci sta accanto. Farle uscire tutte e bene da dentro di noi serve per oggi e per le volte future, perché la vita è fatta di eventi che ci fanno reagire continuamente non sempre bene purtroppo e non possiamo ogni volta allagare una casa. Oppure voi volete ogni volta allagare una casa? Che poi nella maggior parte dei casi la casa che si allaga è la nostra…e ci viviamo insieme. Quindi non ci conviene mica.

Per dirci la vostra scrivete a redazione@variegatoaitrenta.com o compila il modulo Contattaci

 

Condividi