fbpx

– Post più recenti –

A lezione dalle orchidee

Se avete un’orchidea a cui tenete, non me la affidate. Non sono così brava a farle stare in salute anche se mi piacciono molto. Il primo a regalarmi orchidee è stato mio padre che a dire il vero me me le regala di frequente. Visto che mi conosce però, qualche giorno...

Di esperienze a tavola e di incontri

Il valore che diamo alle esperienze che facciamo, dipende nella maggior parte dei casi dalle emozioni che queste esperienze ci provocano. Questo vale, credo, per tutti i tipi di esperienze. Anche per quelle enogastronomiche che sono tanto amate nel nostro paese, che...

Attimi di decompressione: tra angolini e spritz

Adoro sedermi in un angolino di un certo locale che mi piace, con uno spritz davanti ed il brusio in sottofondo. Soprattutto quando nel brusìo in sottofondo riesco a distinguere conversazioni di persone straniere. Adoro far scivolare certe code delle giornate così...

Di natura, Amazzonia e foresta

Sono passati parecchi giorni da quando sono rientrata da un viaggio in Amazzonia tra natura e foresta. Mi capita spesso di ritornare con la testa a quando ero lì. A quando quegli insetti volanti piccolissimi mi assalivano al tramonto e all’alba e mi ricoprivo di Olio...

Buon Anno sabbatico (dalla iella!)

Buon anno sabbatico? Caro B…mmm no, Babbo Natale non va bene…Caro…Ma caro chi? Va beh, caro qualcuno. Mi sa che non ti ho mai scritto una lettera e non so a chi intestarla. In ogni caso chiunque tu sia, è finito anche quest’anno. No, non mi dire niente, non so neanche...

Il secondo caffè della mattina

Non sono mattiniera. Per niente. E di sicuro la prima cosa che cerco come una pozione magica che mi aiuti a svegliarmi è il caffè. Alcune mattine esco da casa che ho già bisogno del secondo caffè. Quindi faccio una deviazione verso il mio bar preferito, nel quale...

Di infermieri e angeli custodi

Qualche anno fa sono finita al pronto soccorso. Ero in lacrime perché avevo un dolore fisso acuto e parecchio invalidante e nessuno degli specialisti ai quali mi ero affidata nelle due settimane prima ci aveva creduto, fino a che non era quasi “troppo tardi”. Quando...

Scrivo di cose allegre spesso, non sempre.

Spesso scrivo di cose allegre. Ogni tanto no. Non si riesce sempre ad essere sorridenti tutto il giorno e ogni tanto si arriva anche a piangere per sfogarsi un po'. Oppure, capita anche che a piangere non ci si riesca neanche. Ho sempre pensato che piangere ogni tanto...

Di guai amici e compleanni.

Certi guai capitano e basta. E possono cascarti addosso anche nella giornata del tuo compleanno.C’è però chi non si arrende a quello che ti succede... E' così che ti ritrovi abbracciata fortissimo da vicino e da lontano. C’è chi ti manda dei fiori bellissimi, chi...

Macchine da scrivere e cancellature

Mentre giocherellavo con l'intelligenza artificiale producendo immagini di macchine da scrivere catapultate in luoghi strani, mi sono ricordata che uno dei primi regali di Natale dei miei genitori che ricordo meglio è proprio una macchina da scrivere. Avevo forse sei...

Esercizi di felicità

Uno degli esercizi più difficili che ho dovuto fare recentemente in un corso di scrittura, è stato scrivere sulla felicità. Ci ho messo un giorno a capire di cosa avrei voluto scrivere. Il fatto è che ci mettiamo poco a capire cosa ci fa soffrire, perché i dolori sono...

Di pieni, vuoti e kiss&go

Quando finalmente stacchi la spina e ti prendi un po’ di pausa accade una magia strana. È come se qualcuno fosse venuto in tuo aiuto a svuotare una cantina che fino al giorno prima era era stipata di roba inutile. Oppure si fosse deciso a pulire il tuo terrazzo dalle...

Alle passioni e ai propri bracieri

Quando fai una cosa nuova che ti piace e ti senti bene, ti stai appassionando a qualcosa. Penso alle passioni ogni volta che scrivo, quando dopo una partita di tennis o di padel mi sento a pezzi ma in fondo non solo mi sono divertita ma non mi sono mai sentita meglio...

Caldo, cicale e serenate

Da almeno quindici giorni si parla solo di lui. C’è un nuovo alibi per tutto. Hai sonno? È il caldo. Hai fame? È il caldo. Non hai appetito? È il caldo. Non ti va di fare niente? è il caldo. La tua ragazza ti ha lasciato? È il caldo. Hai perso la partita di tennis? È...

Cane: essere superiore con quattro zampe

Un essere superiore con quattro zampe sa esattamente cosa pensi e di cosa hai bisogno. È un essere vivente fedele nei pensieri e soprattutto per quello che fa. Salvo tradirti per un biscottino o per qualche briciola caduta dalla tavola ma la cosa è perdonabile. Una...

La festa del papà: auguri a tutti i papà!

È la festa del papà... Quindi... ...Auguri. A tutti i Giuseppe.A tutti i papà.Ai nostri, a quelli degli altri.A lui che… “ai suoi tempi”…A lui che non ti faceva uscire la sera quando avevi 16 anni.A loro che sono i primi amori delle loro figlie femmine,che ci hanno...

Prime volte o seconde possibilità?

Nella nostra vita accadono un’infinità di prime volte. Poi accadono le seconde volte e si presentano le seconde possibilità. Generalmente, le prime volte sono quelle che attendiamo di più. Molte prime volte le desideriamo come se fossero un punto di arrivo di qualcosa...

Quel Santo di nome Valentino

A quel Santo di nome Valentino abbiamo mollato il peso di tutti i cuori-"fluffosi" che sono disseminati nei negozi e che escono fuori ovunque anche al supermercato, persino se sposti le confezioni di carta igienica. Per fortuna lui è Santo e sopporta cuori, peluche e...

Ho comprato un’agenda

Ho comprato un’agenda. Non compravo un’agenda da parecchi anni ma ho deciso di farlo quando, mentre gironzolavo da Vertecchi, mi ha attratto una copertina che sembrava più un libro antico che un’agenda. Nella mia nuova agenda ho una pagina bianca per ogni giorno,...

Natale: di brodo e abbracci

Uscendo dal mio palazzo questa mattina c’era odore di brodo. Mi sono fermata un secondo e l’ho respirato. È più o meno un mese che parliamo del Natale ma ora, soltanto ora che ho sentito l’odore del brodo sul mio pianerottolo, l’ho realizzato con tutti i sensi. È...

Il cambiamento sei tu

Quando ho letto che Vanity Fair avrebbe dedicato due giornate intere a parlare del cambiamento, ho segnato subito le date. Adoro Vanity Fair e, al contempo, mi trovo al centro di cambiamenti più o meno profondi nella mia vita. Come molti, io, alle prese con i...

Scrivere storie di fantasia è come giocare?

Fino ad oggi ho scritto di argomenti vari. Ho iniziato con i trentenni del mio primo e-book #Variegatoaitrenta e con gli anni '90, poi ho scritto di cose tratte dalla vita quotidiana e ne scrivo ancora.  Poi ho scritto una favola moderna, che è ancora...

Qualcuno ha indossato il mio abito da sposa?

La prima foto che mi è comparsa su Instagram questa mattina è un post di Alberta Ferretti. Adoro Alberta Ferretti. I suoi abiti e le persone che lavorano nella sua boutique a Roma. Non male come prima immagine della giornata. La Pausini è una sua musa. Ed indosserà un...

Auguri di buon compleanno a me! Ho contato male?

Non mi è mai andato a genio il mio compleanno, ogni 2 Novembre dei trentotto anni passati. Fino a che un bel giorno non molto lontano ho capito che in fondo, andando avanti, almeno per il momento, riesci sempre a migliorarti. Quelle due cifre sono numeri e sicuramente...

Dimmi che spesa fai e ti dirò che sei…single?

Dimmi che spesa fai e ti dirò se per caso sei…Single? Ho sempre pensato che il contenuto del carrello al supermercato potesse rivelare molto delle persone.  Nel carrello ci sono abitudini, c’è quanto teniamo alla nostra nostra salute, c’è quello che ci piace. E ciò...

La prima volta a New York: questione di chimica

La prima cosa che mi è accaduta a New York, la primissima volta che sono stata a New York, è stato restare chiusa in ascensore, da sola. "Chiusa" ed "ascensore" sono due parole che una accanto all’altra non mi sono mai piaciute e le associo sempre ad una reazione...

Creare, giocare, sbagliare

Ho le mani piene di polvere. Ho le mani piene di polvere perché ho ravanato nel posto più impolverato di casa. In quel posto in cui da tanti tanti anni nessuno metteva il naso, figuriamoci le mani. Era una Pasqua lenta, questa. E dopo pranzo, nell’apatia della...

Scrivere d’amore non è originale

Scrivere d’amore non è per niente originale. Ma non è per essere originale che non ho mai scritto d’amore. È solo che ho sempre pensato che per scrivere d’amore in modo sereno come piace a me, dopo aver provato cos'è l'amore, lo si debba guardare da lontano proprio...

Apologia di un cuore spezzato

Che cosa vuol dire che il tuo cuore è spezzato? Semplice. Che il tuo cuore è in pezzi, in frantumi. Non vuol dire niente di più di quello senti.  Come ogni cosa in pezzi, il tuo cuore non funziona più. Quando si ha il cuore spezzato è come se una parte del corpo,...

Ho una nuova ruga

Ho una nuova ruga.  Anzi ne ho più d’una. Ho la somma delle vecchie e delle nuove. Non le conto, A volte le vedo più da vicino, complice la luce del bagno puntata sul mio viso oppure una sessione struccante serale eseguita con più calma.  E quante ne vedo di...

La primavera è na-tu-ra-le?

C’è chi preferisce l’inverno, chi no. Ma c'è qualcuno che riesce veramente a resistere ai primi raggi di sole tiepidi? Quei raggi che, quando alzi la serranda in una Domenica di Aprile e resti a letto, ti fanno intravedere delle foglioline verdi chiaro piccole piccole...

La differenza? E’ sempre nelle persone

Mi piace scrivere di quello che mi colpisce. Anche se quello che ti colpisce è un nuovo bar, che incroci con la coda dell’occhio mentre stai andando di fretta verso l’ufficio, con il computer su una spalla e la borsa sull’altra, di nuovo, dopo un anno e mezzo di...

Prendersi una pausa

Facebook ultimamente mi ricorda molto spesso che potrei scrivere qualcosa per restare in contatto con le persone che seguono questa pagina. Facebook ha perfettamente ragione. Quello che Facebook non considera è che dietro alle sue pagine ci sono persone che credono...